home page del sito chaga.it - Il Fungo Chaga

Vai ai contenuti

Menu principale:

CHAGA, il fungo della salute

Raccolto a mano nelle selvagge foreste incontaminate nel nord della Lapponia finlandese

NB. Questo sito e le informazioni contenute non sono a carattere medico o medicinale; raccoglie semplicemente vari articoli presenti sul web.
Nel caso si voglia utilizzare questo fungo per scopi terapeutici è consigliabile rivolgersi al proprio medico o a strutture sanitarie ufficiali.


Il Chaga (Pakuri in filandese), è un potente fungo medicinale. Il suo nome scientifico è Inonotus obliquus, ed è un fungo parassita degli alberi di Betulla. Esso cresce esclusivamente nelle foreste del Nord Europa (Finlandia in particolare), Russia siberiana, Corea e lo si trova anche in Canada e le isole di Okkaido. Il più noto è quello raccolto nella Finlandia e nella Russia siberiana.



Per migliaia di anni il Chaga è stato utilizzato in tutta l’Eurasia, dove grazie alle sue proprietà terapeutiche è stato denominato “il dono di Dio” e “il re delle erbe”.

Nei paesi asiatici, tradizionalmente viene assunto per il mantenimento di un equilibrio naturale di salute e per ripristinare il Qi. Le sue capacità terapeutiche sono state documentate nei più antichi testi di sostanze medicinali, uno ad esempio per tutti è il libro cinese “Shennong Ben Cao Ji”, testo di 2300 anni fa. In Cina a causa delle sue diverse ed effettive proprietà curative, è stato definito “erba superiore”.

In Russia questo fungo viene utilizzato da più di 400 anni. I siberiani l’hanno tenuto a lungo come un segreto per la lunga vita e la stamina fisica, così anche i nativi del Canada, gli Ojibway, per la cura di vari tumori. Il Chaga è diventato “popolare”, nei paesi occidentali, grazie al libro autobiografico del premio Nobel Alexander Solzhenitsyn, “Padiglione Cancro”, edito in Italia dall’Einaudi nel 1968. In questo libro, egli narra la sua guarigione dal cancro grazie al decotto di Chaga, dopo i totali insuccessi delle terapie ufficiali.

Molti funghi sono ricchi di molecole specializzate chiamate steroli, che sono simili ai potentissimi steroidi prodotti dal corpo umano. Gli steroli chiave nel Chaga sono: anosterolo, betulino, lupeolo, inotidiolo etc. Con l’ingestione di tali sostanze, si ha un senso di forza fisica che include un reale potenziamento muscolare. I funghi si sviluppano dove non vi è vita. Essi crescono rigogliosi su materie morte o morenti. Per sopravvivere in un tale ambiente producono una grande quantità di sostanze protettive, tra le quali annoveriamo: enzimi, antiossidanti e antibiotici.

Riguardo gli enzimi,  vogliamo ricordare il rilievo dei SOD come uno degli antiossidanti più importanti per l’organismo umano.

I SOD (superossidismutasi o O2-) sono enzimi che mantengono la membrana cellulare elastica e in salute. Moltissimi sono gli studi sulla versatilità e l’utilità in ambito medico del SOD. Esso decresce con l’invecchiamento, ma una vita sana e una giusta attività fisica mantengono alti i suoi livelli.
Il Chaga ha la più alta quantità di SOD di tutti i nutrienti finora scoperti, esso ne contiene ben cinquanta volte di più degli altri funghi medicinali.

Per Affinchè il chaga sia di ottima qualità è fondamentale che nasca in luoghi selvaggi non inquinati, su piante di betulla  e a temperature intorno a -20 -40 gradi. I funghi coltivati artificialmente o in laboratorio non contengono lo stesso nutrimento. I funghi parassiti degli alberi sono il tipo più potente e creano meno sensibilità a chi soffre di intolleranze ai funghi, rispetto a quelli che crescono sul terreno.



(Informazioni desunte, con variazioni, dal Prof. Giovanni Turchetti, osteopata. Cliccare qui)

ATTENZIONE
Tutte le informazioni presentate su questo sito danno un'informativa generale e non sostituiscono la consulenza del medico e/o del farmacista.
Il fungo Chaga dopo averlo frantumato in piccoli pezzi
chaga frantumato in piccoli pezzi
fungo chaga a pezzetti
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu